La Sardegna di oggi per la Memoria di domani
 

Un tesoro prezioso a portata di mano

Daniela Ducato, La Signora in Blue, dell’illustrazione realizzata da Giorgio Carpinteri per la copertina di questo numero di Sardinia Post Magazine, è una delle imprenditrici italiane più note a livello internazionale. Ha applicato all’economia sarda i principi della Blue economy trasformando in efficientissimi prodotti per l’edilizia gli scarti di lavorazioni tradizionali, dalla lana di pecora alle vinacce, o materiali che appartenevano ormai a una passato lontano, come la terra cruda, un tempo utilizzata per realizzare i mattoni delle case (i ladiri) e poi, negli anni Settanta, soppiantata dal cemento. Era a queste scoperte che pensavamo quando le abbiamo chiesto di raccontarci la sua storia. Non avevamo idea, dobbiamo confessarlo, dell’importanza decisiva dell’antefatto, cioè di quanto accadde tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Duemila a Guspini, il paese del Medio Campidano dove Daniela Ducato – ragazza borghese appassionata di musica – si trasferì da Cagliari per amore. Né immaginavamo che il racconto fosse scandito da tante notizie sorprendenti. Notizie in senso tecnico: eventi che contraddicono l’andamento ordinario delle cose e smentiscono consolidati luoghi comuni.

 

L’articolo completo nel numero in edicola

 

***