La Sardegna di oggi per la Memoria di domani
 

La lettera ritrovata di Lord Thomas

Chi ebbe la fortuna di conoscerlo – lord Thomas Alnutt Brassey, visconte di Hythe, proprietario, dal 1890 in avanti, di importanti complessi minerari nel sud-ovest della Sardegna (da Masua ad Ingurtosu e da San Giovanni a Gennamari) – lo descrisse come un trentenne, alto e distinto, molto affabile e alla mano, di una seriosità molto british: amava la buona tavola e il vino generoso e soprattutto era, come s’ama dire, un vero tombeur de femmes, un accanito seduttore, portato quasi più alla conquista di bellezze femminili che di ricchezze in galene e blende. Morì a soli 56 anni, nel 1919, investito da un taxi nella City londinese, quand’era nel pieno dei suoi successi industriali in terra sarda.

L’articolo completo sul numero in edicola.

Scritto da