La Sardegna di oggi per la Memoria di domani
Home2019maggio (Pagina 2)

maggio 2019

di Manuel Scordo - Si sveglia molto presto, va al mercato all'ingrosso per rifornirsi di frutta e verdura, poi sistema le cassette con gli ortaggi lungo una strada del centro cittadino e trascorre la mattinata servendo clienti. Qualche breve chiacchierata con chi conosce bene, una

di Susanna Lavazza - «Il legno ha l’anima». Leonardo Sitzia, 38 anni, di Sant’Antioco, uno dei maestri d’ascia più giovani della Sardegna, rivela la causa prima di una grande passione. Il legno, appunto. Di pini d’Aleppo, querce, ulivi. Alberi maestosi, cresciuti sull’isola per dare vita

di Marcello Zasso - L’energia prodotta in Sardegna permette di illuminare il Colosseo. Può sembrare un paradosso ma, dati alla mano, emerge che della produzione sarda solo due terzi vengono sfruttati per gli utilizzi regionali. Il resto finisce altrove, trasferito via cavo: nella Penisola, con

di Alessandra Carta - I capelli cortissimi. Neri. E due occhi che sembrano allenati a poggiarsi sull’orizzonte. Perché Francesco Floris, 27 anni, l’alba e il tramonto li guarda ogni giorno. Da Chiaramonti. La provincia è quella di Sassari, l’Anglona la zona geografica. Nord Sardegna. Lì

di Marzia Piga - Vino, formaggio, pane carasau. E poi sughero, granito, metalli e sostanze chimiche: le produzioni made in Sardinia, soprattutto quelle di eccellenza e di nicchia, sono sempre più conosciute fuori dai confini dell’Isola e sempre più richieste in mercati anche lontanissimi. Ma