La Sardegna di oggi per la Memoria di domani
Home2018dicembre

dicembre 2018

Dietrich Orrù ha diciotto anni: ma ne dimostra meno. È piccolo di statura. Sardo di padre. Tedesco di madre. Capelli scuri, ispidi. Occhi come quelli dei lupi: azzurri e trasparenti. Ha il corpo di un adolescente in ritardo e lo sguardo di un uomo già

Il parroco, il vigile, il dottore, il pescatore, il carpentiere, la parrucchiera, l’antropologo, l’educatrice, l’impiegata comunale, il meccanico, il netturbino, la giornalista, l’insegnante e il pompiere in pensione: scrivono tutti a Carloforte. E molti di loro vincono concorsi dopo che pagano di tasca le spese

«Non torno» . La videochiamata via Skype con i manager di Londra si chiude così. Da Puerto Princesa, isola delle Filippine, una ragazza quasi trentenne in vacanza ha appena deciso cosa farà della sua vita. Con buona pace di chi la vedeva dietro una scrivania