La Sardegna di oggi per la Memoria di domani
Home2018

luglio 2018

Giovanni Coda, classe 1964, cagliaritano, è uno dei registi sardi più premiati a livello internazionale, ma il grande pubblico lo conosce meno di quanto lo conoscono e lo stimano i suoi colleghi. Videoartista sperimentale, operatore culturale, ha cominciato dedicarsi al cinema alla fine degli anni

A un primo sguardo il tavolo sembra esattamente quello che è: un mobile in legno pulito e minimale appena uscito da un qualsiasi store internazionale di Ikea, il colosso svedese dell’arredamento a basso costo. Poi cominci a notare alcuni dettagli sorprendenti. Sul bordo del piano o

Sul palcoscenico improvvisare è il suo mestiere. Ma, nella vita quotidiana, Paolo Fresu lascia poco spazio alla sperimentazione. La sua nota migliore, e per certi versi unica, è una capacità di concentrazione che, fondendosi con la creatività, scandisce la colonna sonora delle sue giornate di

Uno dei più importanti e assieme meno conosciuti innamorati della Sardegna, Enrico Serpieri, vi giunse a metà del 1800 da esule. Aveva preso parte alla Repubblica romana e, dopo la sconfitta, per evitare la prigione non gli era rimasto che fuggire in quell'isola lontana e povera.